Dottrina

Operazioni non convenzionali della BCE, central banking europeo e il difficile equilibrio tra politica monetaria europea e sovranità statale


Abstract


Di fronte alla debolezza dell’azione politica e giuridica delle istituzioni statali e sovranazionali messa in luce dalla recente crisi finanziaria e dei debiti sovrani, la Banca centrale europea, assolvendo ad una funzione di supplenza attraverso soprattutto azioni non convenzionali di politica monetaria, amplia notevolmente l’ambito dei propri poteri di intervento, in termini di competenze e discrezionalità, ben oltre i limiti tracciati dal diritto primario dell'Unione europea e nella direzione di un sempre più effettivo central banking europeo.

Sebbene la necessità di perseguire gli obiettivi dell’ordinamento giuridico dell’Unione europea e di preservare l’unitarietà e l’efficienza della politica monetaria valgono a fondare la legittimità di tali interventi della BCE, come sembra confermare anche la giurisprudenza delle corti europee, l’analisi pone in evidenza l’esistenza di rischi insiti nel fenomeno di consolidamento e stabilizzazione di un potere d’eccezione.

La riflessione sul contraddittorio, mai sopito, tra Unione europea e Stati membri nella costante e difficile ricerca di sempre nuovi equilibri tra politica monetaria europea e sovranità statale, giunge, inoltre, ad evidenziare che l’affermata centralità e indipendenza della Banca centrale europea nulla toglie all’importanza dell’azione statale e alla necessità di processi decisionali il più possibile partecipati e di scelte politiche il più possibile condivise in vista di programmi di interventi idonei a rilanciare la crescita economica e a rafforzare l’unione sovranazionale.


Temi


diritto dell'economia

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici



Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



I contenuti redazionali di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons, Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-SA 3.0 IT) eccetto dove diversamente specificato. Diretta da G. Terracciano, G. Mazzei. Direttore Responsabile: M. Cardilli. Coordinamento editoriale: V. Sarcone, L. Ferrara, F. Rota, G. Iacovino, C. Rizzo. Iscritta al N. 16/2009 del Reg. stampa del Tribunale di Roma (proprietà Tip. Facciotti - Roma).