Dottrina

La nuova governance finanziaria tra processi di integrazione e sfiducia nella politica


Abstract


Nei nuovi scenari imposti dai processi di globalizzazione e integrazione, la stabilità monetaria, il controllo di disavanzi di bilancio e debito pubblico, la regolazione dell’economia reale sfuggono sempre più alla dimensione nazionale e si assiste ad una progressiva erosione dei tradizionali ambiti della sovranità degli Stati attraverso la riallocazione dei centri decisionali della politica economica e finanziaria.

Per effetto delle recenti evoluzioni del processo di integrazione europea, ed in particolare quelle relative alla condivisione di una moneta unica, il governo del debito pubblico cessa di essere patrimonio esclusivo del singolo Stato per aprirsi alla pretesa di altri Stati che condividono percorsi e strumenti in vista di un rigore di bilancio comune ed uniforme. L’impossibilità di azionare ulteriormente la leva fiscale per finanziare una spesa pubblica non più sostenuta da una crescita economica coerente impone l’introduzione di vincoli quantitativi e qualitativi ai bilanci pubblici che si traducono in pesanti condizionamenti dell’autodeterminazione pubblica in vista di obiettivi prefissati.

Di fronte a questa scomposizione del tradizionale rapporto tra autorità e politiche pubbliche di bilancio nel contesto statale e ricomposizione su basi del tutto nuove e differenti, non ha senso interrogarsi su un possibile deficit di sovranità, dovendosi ammettere, da un lato, che i processi in atto impongono coerenti risposte e strategie con l’abbandono di tradizionali categorie logico-giuridiche e consolidate metodologie di intervento, dall’altro, che tutto ciò nulla toglie alla perdurante ed essenziale rilevanza del ruolo svolto dagli Stati anche nell’ambito dei processi di globalizzazione e integrazione ed anche ai fini del loro sviluppo.


Temi


diritto dell'economia

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici



Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



I contenuti redazionali di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons, Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-SA 3.0 IT) eccetto dove diversamente specificato. Diretta da G. Terracciano, G. Mazzei. Direttore Responsabile: M. Cardilli. Coordinamento editoriale: V. Sarcone, L. Ferrara, F. Rota, G. Iacovino, C. Rizzo. Iscritta al N. 16/2009 del Reg. stampa del Tribunale di Roma (proprietà Tip. Facciotti - Roma).