Dottrina

La trasparenza democratica


Abstract


Il concetto di trasparenza  è intrinsecamente legato ai flussi informativi nel momento in cui, imponendo la limpidità relazionale, incentiva maggiore correttezza e buona fede ma soprattutto riduce le barriere conoscitive parificando il rapporto tra le parti; nel contributo si evidenzia come una più intuitiva e proficua riforma costituzionale potrebbe toccare l’art. 21 della Costituzione, anziché il 97, ponendo la trasparenza in proporzione diretta con la libertà di espressione del pensiero, secondo una precisa cultura giuridico-politica di stampo svedese, diretta a preservare la qualità democratica dello Stato. I primari strumenti della pubblicazione e dell’accesso, attuativi della trasparenza, vengono analizzati alla luce dell’evoluzione normativa che, dall’approvazione della legge procedimentale fino alle recenti riforme, ha inteso superare la singolarità e parzialità delle disposizioni e a fare sistema, riducendo positivamente il divario autoritario tra Amministrazione e privato. L’obiettivo da focalizzare, in linea anche con la giurisprudenza amministrativa, è il riconoscimento della diretta proporzionalità tra l’attuazione del principio di trasparenza nell’azione pubblica e il rafforzamento della δημοκρατία. Il legame dialettico tra i concetti di segretezza e trasparenza riflette, infatti, i meccanismi di esercizio del potere esistenti, incidendo sulla forma di Stato, nonché su quella di forma di governo, e dunque sul rapporto governanti-governati.

Poiché, allora, la reale copertura garantistica della trasparenza si rileva dai limiti ad essa posti dall’ordinamento, dato che il quantum segretato è in rapporto all’indice della salute democratica del sistema, l’articolo analizza altresì le ragioni insite nell’apposizione di limiti all’accesso alle informazioni; infatti, una formulazione ampiamente enfatica del principio di trasparenza può scontrarsi con la previsione di più ampi e pregnanti limiti alla conoscibilità delle informazioni, snaturando la potenza del principio stesso. In particolare, l’attenzione è rivolta al segreto di Stato che, più di tutti, garantendo una copertura assoluta degli atti, documenti, notizie, e attività pone maggiori problemi rispetto ad una qualificazione democratica di Stato.


 


Temi


anticorruzione e trasparenza

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici



Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



I contenuti redazionali di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons, Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-SA 3.0 IT) eccetto dove diversamente specificato. Diretta da G. Terracciano, G. Mazzei. Direttore Responsabile: M. Cardilli. Coordinamento editoriale: V. Sarcone, L. Ferrara, F. Rota, G. Iacovino, C. Rizzo. Iscritta al N. 16/2009 del Reg. stampa del Tribunale di Roma (proprietà Tip. Facciotti - Roma).