Dottrina

L’autodichia delle Camere dalla generale artificialità all’effettiva ma residuale specialità? A margine della sentenza Corte Costituzionale n. 120 del 5.5.2014


Abstract


Il potere di giudicare in via esclusiva e definitiva i ricorsi avverso gli atti e i provvedimenti adottati dall’amministrazione del Senato non trova fondamento in leggi o atti aventi forza di legge. L’autodichia è prevista nei regolamenti parlamentari adottati ai sensi dell’articolo 64 della Costituzione[1]. I regolamenti non rientrano nella previsione dell’articolo 134 Cost., che indica come sindacabili solo la legge e gli atti a essa equiparati.


Temi


organizzazione e procedimento

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici



Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



I contenuti redazionali di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons, Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-SA 3.0 IT) eccetto dove diversamente specificato. Diretta da G. Terracciano, G. Mazzei. Direttore Responsabile: M. Cardilli. Coordinamento editoriale: V. Sarcone, L. Ferrara, F. Rota, G. Iacovino, C. Rizzo. Iscritta al N. 16/2009 del Reg. stampa del Tribunale di Roma (proprietà Tip. Facciotti - Roma).